LA NOSTRA AZIENDA RICERCA MATERIE PRIME DI QUALITÀ

Nel cuore dell'Italia selezioniamo i nostri grani coltivati in Puglia, Basilicata, Molise e Marche. Qualità e sicurezza sono garantire dalla tracciabilità di filiera certificata dal campo di grano alla tavola.

LA LENTA LAVORAZIONE DI IMPASTO

Fra semola 100% italiana e l'acqua incontaminata dei monti lattari dove fluisce l'acqua della forma in unione alle trafile in bronzo conferiscono alla nostra pasta una consistenza unica e una superficie ruvida capace di catturare i sughi e trasformare ogni piatto in un'esplosione di emozioni sensoriali.

LA LENTA ESSICCAZZIONE E LE BASSE TEMPERATURE

L’essicazione lenta e abassa temperatura fa si che la nostra pasta mantiene le principalicaratteristiche organolettiche del grano duro evitando la dispersione di importanti sotanze nutritive quali vitamine ed aminoacidi. l’essiccazione varia a seconda dei formati ad una temperatura compresa tra 40 e 80°C per un periodo compreso tra le 6 e le 60 ore, L’elemento finale dell’essiccazione è il raffreddatore che provvede a portare a temperatura ambiente la pasta ancora a temperatura d’essiccatoio e quindi a stabilizzare la propria temperatura prima di immetterla nell’ambiente esterno;

L'ASSAGGIO E TEST FINALI

Prima di passare al confezionamento occorre svolgere 2 test:
1.Il responsabile di produzione deve controllare che:
– aspetto esterno DEVE ESSERE omogeneo
– sezione di frattura: vitrea;
– colore: giallo paglierino;
– rugosità: presente quale caratteristica dell’uso delle trafile in bronzo
2.Prova cottura:
Alla cottura la “Pasta di Gragnano” IGP si presenta di:
– consistenza: soda ed elastica;
– omogeneità della cottura: uniforme;
– tenuta di cottura: buona e lunga;
– collosità: assente o impercettibile;

SUPERATI QUESTI TEST SI PASSA AL CONFEZIONAMENTO

Un’accurata attenzione è in questa parte in cui l’operatore controllerà ogni singolo pacco di pasta. A certificare la qualità dei nostri prodotti a tutela del consumatore è la certificazione IGP.